Suggerimenti utili

Il suggerimento più utile che possiamo dare è di non sottovalutare mai le piccole ferite e le scottature anche lievi. Meglio ancora sarebbe evitare possibilmente di procurarsele! La vita quotidiana è piena di occasioni per dire “ahi”: qualche attenzione in più non ci costa nulla. E chi si abitua a non trascurare le piccole cose, generalmente è più attento anche nelle grandi.

Suggerimenti utili

Ferite lievi

  • lavare bene con acqua la zona della pelle lesa, in modo da togliere qualsiasi impurità dalla zona ferita
  • disinfettare, distribuendo con l'aiuto di una garza sterile un disinfettante su tutta la zona
  • non toccare mai la ferita con le mani sporche

Scottature superficiali

  • immergere immediatamente la parte ustionata in acqua fredda o, meglio ancora, farla scorrere sopra almeno 10 minuti
  • non usare ghiaccio. Il freddo e l'acqua rallentano il processo di aggressione della bruciatura
  • non applicare oli o unguenti (l'olio trattiene il calore sulla pelle!)

Eritemi solari

  • sospendere l'esposizione al sole per alcuni giorni
  • evitare di toccare la cute lesa con mani sporche
  • sciacquare bene la parte lesa rimuovendo sudore, sabbia, salsedine e altre impurità
  • bere molta acqua e reintegrare i liquidi persi

Come esporsi al sole

  • non prendere il sole nelle ore più calde (tra le 12 e le 16)
  • esporsi gradualmente al sole, proteggendosi con filtri solari adeguati al tipo di pelle, da ridurre gradualmente
  • non abbassare la guardia in giornate ventose e nuvolose, in cui si percepiscono meno gli effetti nocivi del sole sulla pelle
  • attenzione ai raggi riflessi da acqua, sabbia e neve che ne aumentano l'intensità

Arrossamenti da pannolino

  • il pannolino va cambiato spesso e soprattutto con maggior frequenza nei mesi estivi
  • detergere le parti intime con un sapone neutro utile per riequilibrare il ph della pelle delicata del bambino e risciacquare le parti con acqua tiepida
  • ogni tanto lasciare il piccolo senza pannolino per migliorare l’areazione della zona cutanea a contatto con il pannolino

Ragadi del seno

  • garantire l’igiene e la pulizia del capezzolo effettuando dei lavaggi con semplice acqua tiepida
  • curare con attenzione il corretto attaccamento al seno del bambino introducendo il seno fino in fondo in modo tale che la bocca afferri gran parte dell’areola e non solo il capezzolo
  • adottare di volta in volta una diversa posizione nell’allattamento per consentire al bambino di far pressione in aree diverse del capezzolo
  • al termine asciugare i capezzoli all’aria
  • non serve lavare il seno più di una volta al giorno né usare saponi o strofinarlo fortemente con un asciugamano

Nascondi